.: Polvere di vento :.

Questo Blog non crede ai figli di puttana che ci governano

Doll

leave a comment »

Cara Doll,

questa settimana ti ho già scritto parecchio anche se non ho mai avuto la forza di inviarti le mie missive. Forse perchè poco era quello che avevo da dirti, forse perchè neppure sapevo se ti interessava starmi a sentire. Sta di fatto che mi ritrovo ancora qui, a battere sui tasti, chiedendomi il motivo per cui io lo stia facendo.Gli ultimi giorni sono trascorsi in leggerezza, con poco da fare, se escludiamo una delle eventualità più remote da collegare alla mia persona, tagliare i capelli.Ti chiederai cosa mi abbia spinto a prendere questa drastica decisione e la risposta è il vento, quello stesso vento che alle volte vedo scompigliarti i capelli e che mi provoca dolorose fitte allo stomaco, forse anche un po’ più sotto ma non è bello dirlo.Pensavo a quei tuoi ricci scomposti oggi, mentre scrivevo, e pensavo al fatto che sei, lontana da questo eremo in cui mi sono venuto a ritrovare. Sentivo i rumori del pase, steso nell’inerzia di un sabato sera qualunque, eppure mi compiacevo di quel senso grande di normalità e di conosciuto che riusciva a darmi. Tutto questo, ti chiederai? Forse meno. Ma è difficile separare pensieri e reale in certe ore del giorno.Termino qui la mia lettera, rassicurandoti, tutti stiamo bene e tutto continua come al solito.

Rispondimi presto.

B.J.

Written by tmonk

12 aprile 2008 a 10:12 pm

Pubblicato su lettere ad un'amica

Tagged with

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: