.: Polvere di vento :.

Questo Blog non crede ai figli di puttana che ci governano

Sorpresa!!

leave a comment »

Mi sono stupito oggi quando mia nonna, entrando in camera, mi ha detto che c’er a posta per me. Immaginavo che non sarebbe stato nulla di importante, certo non immaginavo, però, nulla di tanto inutile. Per posta mi è infatti arrivato il nuovo numero de “Il Cairoli”, probabilmente uno dei giornali più inutili che mi sia capitato di sfogliare, autoreferenziale fino alla noia, straripante di parole di ex alunni, ex insegnanti, ex amici degli amici intenti a tratteggiare pensieri di cose oramai morte, tanto quanto le lingue che in quella collina morenica di lacrime (cito da Pizzocri) mi è capitato di apprendere controvoglia, seppur poco e male. Devo ringraziare il mio liceo, per avere ammorbato cinque anni della mia vita con il tedio di lezioni interminabili e incomprensibilmente inutili, per la competenza dei miei professori di matematica (in realtà uno in particolare), per avere aperto il bar sul piano di Dino, che mi ha salvato a più riprese durante l’ultimo anno di travaglio. Ricordo ancora con commozione le macchie di salsa rosa lasciate dall’ennesima farcitella e quelle lezioni di latino al pomeriggio, in cui non vedevo l’ora che suonasse la campanella, per farmi portare in stazione dal Teo, la cui macchina non ringrazierò mai a sufficienza, come del resto la sua pazienza. Ma torniamo a noi. Sull’ultima pagina del giornale ho trovato l’elenco dei diplomati 2006/2007 e cercando bene ho trovato pure il mio nome, senza che di fianco vi fosse apposto il 68 che per molti avrebbe costituito la pietra dello scandalo, per me solo l’ennesima conferma che per uscire da quel posto basta voler uscire, in barba a tutti i discorsi sulla superiorità dell’istruzione classica a Varese. Personalmente potrei elencare vari motivi per sfatare questo mito, a partire dal cordiale rapporto che molto professori riescono a instaurare con i propri alunni, costringendoli ad amare le materie di insegnamento. Detto questo non ringrazierò mai abbastanza la prof Tentori, come la prof Soresina, ultimi baluardi di gioioso insegnamento in un ambiente di mummie in via di decomposizione. Caro liceo, se proprio devi pubblicare un inutile giornale, se proprio devi abbattare alberi per scrivere assurdi borborigmi, ti prego, almeno non mandarli a me, un’ulcera a 19 anni non è cosa piacevole.

Written by tmonk

14 gennaio 2008 a 3:56 pm

Pubblicato su quote-idianity

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: